18 marzo 2018

Recensione ★ Millennio di fuoco - Raivo

Finalmente posso mettere la parola "letto" alla fine di questa duologia della mia scrittrice preferita! Avevo letto Seija molto tempo fa (qui la recensione), ma l'ho riletto il mese scorso per poter seguire il filo della storia con meno fatica. È stata una buona idea, anche se questo secondo libro mi è piaciuto molto di più del primo! ||

Millennio di fuoco - Raivo
 di  Cecilia Randall

|| Seija ha appena iniziato ad adattarsi alla sua nuova vita di futura sposa cristiana quando il suo futuro marito - che punta ad essere anche il futuro imperatore - le chiede di tornare in guerra. Ari, suo fratello, non è per niente contento di come stanno andando le cose... e lo è ancora di meno nel momento in cui il campo dove il principe Lothar e Seija stanno riposando viene attaccato. Saranno i poteri della piccola Britte a svelare l'ennesimo intrigo, l'ennesima alleanza, l'ennesimo tradimento. E sarà proprio la sua scoperta a ribaltare tutte le carte in tavola e a cambiare la vita e la storia di Seija, dei saahavi... e forse dell'Europa intera. Dopo mille anni di fuoco e di guerra, il futuro può davvero essere diverso?


Credo che Cecilia Randall possa essere davvero eletta a mia scrittrice preferita. I suoi libri sono tutti molto diversi tra loro ma tutti scritti con la stessa maestria. Questo, per esempio, è un trionfo di logica, strategia e mistero. Una storia di fedeltà e di onestà, in cui i traditori si scoprono essere i traditi e chi si vanta del proprio onore è pronto ad allearsi con il suo peggior nemico. Mi è piaciuto perchè è una storia che si basa sui pregiudizi e sulla forza di chi ha il coraggio di superarli, una storia che ti insegna che a volte il tuo nemico è più simile a te di quanto non lo sia chi ti siede accanto... e che se da una parte la fiducia è facile da perdere e difficile da riguadagnare è anche l'unica cosa su cui contare davvero quando le cose diventano difficili.

Tra i personaggi, il mio preferito resta senza dubbio Ari. Umano ed eroico al tempo stesso, disposto ad accettare per amore degli altri scelte che non avrebbe mai voluto fare... mi sono commossa alle sue lacrime sulla spalla di Seija, nella scena nelle prigioni, e spero davvero che in un possibile seguito ci possa essere per lui anche un nuovo amore. Dopo Ari ho adorato il personaggio di Britte. Coraggiosa, sfrontata... e allo stesso tempo così infantile e spaventata, da sè stessa e dal suo potere. Che poi, come ho scritto nella trama, in realtà è lei che risolve quasi tutti i misteri della storia. Dal passato di Raivo all'alleanza del principe Lothar, dalla vera natura dei manvar e dei vaivar al motivo per cui Raivo dà la caccia a Seija. Quasi tutti i punti cruciali della storia sono segnati dall'uso del suo potere.

E poi... e poi sinceramente ho trovato questo libro un retelling de La Bella e La Bestia molto di più di quanto non lo siano Bellezza Crudele o The Beauty Of The Beast. La storia tra Raivo e Seija, tra il mostro traditore con sangue di demone nelle vene e la bella e coraggiosa leader dei saahavi è una storia che nasce per amore, perchè Seija sceglie volontariamente di essere sua prigioniera in cambio della vita di Ari e di Britte... e che pian piano si trasforma. Nel tempo della loro convivenza fortata scopre lati di lui che non pensavano esistessero e che forse anche Raivo non pensava esistessero. La dolcezza della loro storia è quanto di più simile alla storia Disney io abbia letto finora e forse è anche per questo che mi è piaciuto così tanto. Anche tutta la delicatissima scelta di nomi fatta nei capitoli, che ho colto pian piano e ho apprezzato infinitamente, dà la misura di come gradualmente il loro rapporto cresca e cambi nel corso del libro.

Una storia scritta benissimo, con tutti gli accenni alla realtà che Cecilia mette sempre nelle sue storie, con una logica e una strategia invidiabili - i personaggi non possono mai essere più brillanti del loro creatore! - e uno stile che ti cattura e ti trattiene nella storia come se tu smettessi di essere te stessa e ti trasformassi in un personaggio del libro.
Un libro avvincente, scritto in maniera impeccabile, con personaggi indimenticabili e temi e insegnamenti sempre attuali e sempre vivi. Il primo libro che mi ha mandato in book hangover dopo molto, molto tempo.


Se vuoi salvarla, ascolta il buonsenso e l'esperienza
e non pregiudizi e rancori, e poi decidi con la tua testa.


Stelle: 5/5

8 commenti:

  1. Siiii! Anche io ho amato questa duologia della Randall e questo secondo volume più ancora del primo, come te :) Ne ho scritto a suo tempo sul mio blog con entusiasmo, infatti.
    Sono felice che siamo d'accordo sulla Randall: una scrittrice di talento , capace di rapire il lettore con le sue storie e il suo stile!

    Un bacio grande, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii! Adesso poi ha fatto uscire la notizia che fa il seguito di Gens Arcana! Sono straesaltata! :D

      Sono felice che condividiamo i gusti letterari!

      Elimina
  2. ciao qua un premio per te http://haylin-robbyroby.blogspot.it/2018/03/friendship-blogger-award.html Buona Pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uao! Ma grazie, corro subito a vedere!

      Elimina
  3. Hey, ho nominato il blog qui: http://libridicristallo.blogspot.it/2018/04/my-world-award-2018.html
    Spero ti faccia piacere :)

    RispondiElimina
  4. Cecilia Randall è una delle mie autrici preferite e ho amato molto questa duologia. Ho amato moltissimo l'ambientazione fantastica ma allo stesso tempo storica e ovviamente lo sviluppo della storia, con le battaglie che restano sullo sfondo a tratti ma che irrompono improvvisamente nella realtà dei singoli personaggi.
    Non avevo mai letto questa serie nell'ottica del retelling de La Bella e la Bestia, ma è innegabile che ci siano delle similitudini con quella fiaba - e anche che sia più valido di alcuni retelling in circolazione ;)

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cecilia è sempre una garanzia, hai ragione! Grazie per il tuo commento! :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento! -- Lyra