16 ottobre 2017

Recensione ★ Il passaggio dell'orso

Con quindici giorni di anticipo rispetto alla fine del mese - un record! - ecco qui la mia recensione a un libro meraviglioso che volevo leggere da tempo. Se amate la natura, le montagne e gli animali... beh, questo è decisamente un libro per voi!


Il passaggio dell'orso
 di  Giuseppe Festa


C'è in Italia un luogo di rara bellezza e magia. È un luogo dalla natura incontaminata, protetta dai guardaparco, che ne conoscono ogni albero e ogni sentiero. È il Parco Nazionale d'Abruzzo, dove vivono gli ultimi esemplari di orsi marsicani. È proprio per difenderli e proteggerli che Sandro ha scelto la vita del guardaparco, ed è per conoscerli che Viola ha deciso di iscriversi al progetto dei giovani volontari. Chi non l'ha scelto invece è Kevin, che si ritrova al parco come punizione dopo aver perso l'anno scolastico. Ma gli orsi suscitano l'interesse anche di ricercatori, imprenditori e bracconieri. Nessun orso è al sicuro, meno che mai Karhu, che si spinge troppo vicino alle case...
   

Una delicatissima storia di amicizia, profumata di bosco. È l'unico modo in cui mi viene da descrivere questo libro, scritto per un pubblico di ragazzini ma apprezzabile a qualunque età. La trama in sè, piuttosto semplice, mi ha fatto pensare un po' a quei film che vedevo da bambina in cui i ragazzini protagonisti si lanciano in una sfida avventurosa per salvare il piccolo amico animale (Beethoven, Flipper e chissà quanti altri).

I protagonisti della storia sono tanti, è un vero romanzo corale: da una parte i guardaparco e i volontari, dall'altra gli orsi.
Ho amato questa storia perchè non "addolcisce" affatto gli orsi. Rimangono animali selvatici, fieri, pieni di forza e anche pericolosi, se provocati: non sono mai innaturalmente teneri e amichevoli con gli uomini. D'altro canto non demonizza nemmeno gli uomini, distinguendo le persone grette e crudeli da quelle approfittatrici, da quelle sensibili e da quelle coraggiose. C'è tanta, tanta umanità in questo libro! E anche se Viola e Kevin sono un po' degli stereotipi, i loro personaggi sono abbastanza marginali nella storia.
Ho trovato molto dolce invece il legame tra il figlio di Sandro e gli orsi, un legame che apre e chiude la storia in modo veramente suggestivo.

La cosa che mi è piaciuta di più in assoluto di questo libro, però, è il modo in cui descrive i paesaggi naturali. Che descriva albe sulle cime, notti stellate nel bosco, tramonti tra gli alberi o sentieri di montagna, Giuseppe Festa riesce a descrivere la natura con delle parole così perfette e poetiche che leggerle ha fatto spuntare in me la stessa emozione e la stessa meraviglia che provo quando nei boschi mi ci trovo davvero. Un po' tutte le sue opere - lui è il cantante e l'autore delle canzoni dei Lingalad, band che adoro - sono permeate da questo amore e rispetto per la natura, ed è la cosa che mi ha spinto a leggere questo libro.
Questo libro insegna proprio che amare e rispettare la natura, senza piegarla al nostro volere ma senza nemmeno averne paura, è l'unico modo per permetterle di vivere serena, e di vivere sereni noi con lei.

L'avventura in cui Kevin e Viola vengono coinvolti è certamente pensata per un pubblico molto giovane amante della natura e degli animali, ma è così ben scritta, leggera e godibile, che l'ho apprezzata anche io nonostante sia ben lontana dai poemi epici di battaglie e gloria che amo leggere.
Penso che rileggerò questo libro durante la mia prossima vacanza in montagna, o magari seduta sul balcone della mia casa in Abruzzo, da cui si vede il Gran Sasso in tutto il suo splendore.


Era bello vedere il Parco con i loro occhi giovani. Vederlo sempre nuovo, sconosciuto. Un cuore di terra e bosco che pulsava vivo e misterioso, con i suoi mille volti, le sue leggi ancestrali. Così vicine a quelle dell'Uomo, così lontane da quelle degli uomini.

Stelle: 4/5

6 commenti:

  1. ciao, nuova follower! Qui la mia ultima recensione: https://ioamoilibrieleserietv.blogspot.it/2017/10/recensione-serie-immortali-alyson-noel_17.html


    se ti va dacci un occhio, ti aspetto da me come lettrice fissa e trovi il blog anche su instagram come: ioamoilibrieleserietv

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, passo da te! Grazie di esserti aggiunta ai follower, vengo a dare un'occhiata al tuo blog!

      Elimina
  2. Non l'ho ancora letto ma ce l'ho in casa da un sacco di tempo *O*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me potrebbe piacerti! Credo tu abbia la sensibilità giusta per apprezzarlo, anche se è un libro per ragazzi! :)

      Elimina
  3. Ciao un libro che devo leggere. Poi i libri con gli animali sono i miei preferiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Quando ho scritto questa recensione pensavo proprio a te! :)

      Elimina

Grazie per il tuo commento! -- Lyra