5 cose che ★ Libri che mi hanno costretto a leggere

Rubrica del blog Twins Books Lovers.
Per più info clicca qui.
Sto cercando di ristrutturare il blog, questo è vero. Ed è altrettanto vero che sto cercando di farlo in fretta… ma non posso lasciarlo proprio così abbandonato e sguarnito di post! Ad aprile sono stata fin troppo negligente! Quindi ecco qui, voglio rimettermi in pista con questo Cinque cose che che si prospetta molto interessante!

Se avete scritto anche voi questo post lasciatemi il link nei commenti e passerò di sicuro a dare un'occhiata! Tempo o non tempo i miei commenti li leggo davvero tutti!


5 libri che mi hanno (quasi) costretto a leggere


Premessa:
nessuno di questi libri è stato per me una costrizione, per il semplice motivo che se anche mi veniva assegnato un libro e io non lo volevo leggere… con un po' d'astuzia riuscivo sempre a evitare di leggerlo e a fare comunque bella figura davanti alla prof. Sono sempre stata una studentessa diligente, ma su questa cosa del leggere per forza ammetto di aver sempre fatto un po' quello che mi pareva!


Lo Straniero di Camus

Una lettura pessima, di cui ricordo solo… che non mi era piaciuta! Però siccome al liceo io e la mia prof di italiano del biennio eravamo sempre ai ferri corti, io l'ho preso come un pretesto per farle ammettere che ero brillante (visto che lei non mi riteneva tale). L'ho letto con tanta attenzione e minuzia e l'ho talmente smontato con dati e fatti nella discussione del sabato mattina che alla fine non solo mi ha dovuto dare ragione, ma mi ha anche messo un bel voto! Ammetto che lo ritengo il mio momento di maggior gloria nella carriera di liceale!



I Miserabili di Victor Hugo

Anche qui, la costrizione vale solo per metà, dato che non sono arrivata neanche a metà del secondo volume! Tanto che nell'analisi del personaggio preferito - compito a casa della suddetta prof - io ho scelto Fantine (che, si sa, al secondo libro non ci arriva). Ho talmente giustificato la mia scelta con circostanza e passione che la mia prof non ha potuto questionare sul fatto che io avessi letto o meno l'intera trilogia.
Non nego che Les Miserables è uno dei miei musical preferiti, ma temo che Hugo sia stato - e sempre sarà - un autore non adatto a me.



Il male che si deve raccontare di Simonetta Agnello Hornby

Come sapete io sono laureata in Servizio Sociale, e all'università avevo una prof di filosofia politica (Marina Calloni, per l'appunto) che era molto attenta ai temi della parità di genere. Nel suo corso la prof ha fatto una specie di "lezione-seminario" sulla violenza domestica, consigliandoci più volte di leggere questo libro perché ci avrebbe aperto gli occhi. Sono rimasta spiazzata dalla crudezza, dalla violenza e dalla pietà di molte storie di questo libro. Veramente crudo e forte. Ed era vero: meritava una lettura da una futura assistente sociale.



Il giovane Holden di Salinger

L'ho odiato subito, dal primo momento, e credo che a tutt'oggi sia l'unico libro che non riprenderei mai e poi mai in mano. Mi dava fastidio tutto, di questa storia. Il modo in cui era scritta, il protagonista, la trama… Ma ero in prima media e non ero ancora sufficientemente furba da trovare modi per evitare di leggerlo e fare il compito comunque. Quindi penso di essere andata avanti quasi fino alla fine… e forse è per questo che ne ho un ricordo tanto odioso!





Il mastino dei Baskerville di Arthur Conan Doyle

Anche questo libro l'ho letto in prima media, e mi hanno costretto a leggerlo fino alla fine nell'unico modo possibile: ogni settimana la prof ci assegnava di leggere e riassumere due o tre capitoli. In questo modo - e in un'epoca dove alle medie non esisteva internet - eri praticamente costretta a farli, i compiti. Ecco, forse questo è stato l'unico libro che sono stata davvero costretta a leggere. E che naturalmente ho detestato proprio per questo.





A questa lista mancano i libri che mi sono stati assegnati da leggere per compito ma che non mi sono sentita costretta a leggere. Per esempio quelli in inglese (The Importance Of Being Earnest, The Dubliners, Wuthering Heights…), che mi sono piaciuti tutti, o anche Omero, Iliade di Baricco che ho adorato… e ci sono tutta una serie di altri libri che ho letto per mio piacere personale a partire da brani sui libri di letteratura. Un esempio per tutti Fosca, di Tarchetti, che ho davvero amato!

Se anche voi fate questa rubrica e avete voglia di condividere le vostre letture, lasciatemi il link e verrò a trovarvi! Alla prossima!

5 commenti:

  1. I miserabili e Il giovane Holden li voglio leggere! Mi spiace, quindi, che non ti siano proprio andati giù! :(
    Comunque ti ho taggata qui: http://ikadreaming.blogspot.it/2017/04/the-throwback-link-party.html
    Spero ti faccia piacere :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che mi fa piacere! Corro a guardare! :)

      Elimina
  2. Ciao!! Tra questi ho letto solo Il mastino dei Baskerville ma è stata una scelta personale xD Non so se nel frattempo hai letto qualche altro racconto della serie di Sherlock Holmes, ma prova a dargli un'altra possibilità, io l'ho adorata ;)
    Non conoscevo Il male che si deve raccontare, il tema è sicuramente forte e d'impatto, ma sembra molto interessante, mi piacerebbe leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Doyle no, non ho letto nient'altro... magari ci proverò! Il libro della Agnello Hornby è molto forte, ma è tratto da storie vere e senza dubbio si legge abbastanza velocemente, considerato il tema! Prova! :)

      Elimina
  3. Ciao Lara! Pensa che invece io sono sempre più interessata alla lettura de "Il giovane Holden"! Ma forse appunto perché nessuno mi ha costretto a leggerlo ;)

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento! -- Lyra

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com