17 dicembre 2012

Spirito e Pensieri

Stanotte, mentre cercavo di prendere sonno, pensavo.
Pensavo a me stessa e mi sono ritrovata a fare un bilancio di cose che sono riuscita o non riuscita a fare... ed effettivamente mi sono trovata in un netto positivo.
Non so se è fortuna, bravura, Grazia o determinazione, ma in fondo la gran parte delle cose che ho fatto mi sono riuscite. Ok, è vero, la prima cosa che ho pensato scrivendo questa frase è stata che ho fallito nella cosa più grande: gli studi universitari.

Ma in effetti - come dicevo all'Ari oggi - la mia vita è molto ma molto più dell'università.
Oserei dire che la mia vita è tutto quello che sta oltre l'università.
L'animazione a Moggio, il First, la patente, l'educazione in oratorio, il volontariato in Croce Rossa, il libro che ho pubblicato quando avevo sedici anni... beh, sono veramente tante le cose che sono riuscita a fare. Alcune con sforzo (il First), altre con sofferenza (il posticino conquistato a Moggio), e altre senza pensarci (il libro che ho visto andare in stampa senza quasi rendermene conto). Però sono riuscita a fare tutte le cose che veramente desideravo fare, quelle in cui avevo messo anima e corpo, mente e cuore.

(c) Pinterest
Forse è questa, la differenza. Metterci il cuore.
In fondo anche a medicina dove sono riuscita a fare faville? Dove sono spiccata e mi hanno fatto i complimenti? In quello che mi piaceva: il contatto con i pazienti.
E ringrazio Dio e la Sua immensa bontà per avermi permesso di nascere e crescere in un mondo così pieno di cose meravigliose, di cose che amo e di persone che non fanno che farmi migliorare.
Lo so, questo è un argomento che ripeto sempre nei miei blog: quanto io sia grata e felice delle persone che mi circondano. Ma è sempre una cosa che mi commuove e che mi fa rendere conto di quanto io sia fortunata, e non voglio smettere di ricordarmene: quello che rende bella la vita di una persona sono le persone che la abitano.

E stasera, mentre cantavo le canzoni di Natale nei cortili, mi sono resa conto che non ho bisogno di nessun Glee Club nella mia vita: io ce l'ho già, ed è ancora più bello di quello del telefilm perchè non è solo pieno di unità, onestà e tolleranza. Ma è anche pieno di Spirito. È il mio oratorio.

0 notes:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento! -- Lyra