Middle-earth Soul

Non ho davvero parole per come questo film riesca sempre a commuovermi.
So perfettamente come va a finire, e si suppone che uno che conosce la fine possa riuscire a essere ragionevolmente distaccato per non piangere come uno sciocco tutte le volte.. a me non succede, purtroppo: ogni volta mi ritrovo con le mani sulla faccia e gli occhi colmi di lacrime di commozione.
Che sia in cima alla rocca di Minas Tirith, che sia al Porto o che sia sul Monte Fato, non importa. Mi ritrovo sempre ad asciugarmi gli occhi.
Ieri sera ho riviso il terzo episodio, in versione integrale, su Steel+1.
Sono stata sveglia fino alle 2.05 per vederlo tutto, ma proprio tutto, e non mi è venuto sonno nemmeno per un minuto.
Anzi, ogni momento che passavo mi emozionavo e mi lasciavo coinvolgere sempre di più.
Ho visto un pezzo dolcissimo tra Faramir ed Eowyn (una coppia che conoscevo, avendo letto il libro, ma che nel film non veniva mai accennata, purtroppo) e ho apprezzato ancor di più Aragorn nel finale - quando decide che lui potrebbe morire andando a sfidare Sauron al Cancello Nero, ma che ne vale la pena perchè dando a Frodo la possibilità di portare a termine il suo compito anche Arwen si salverebbe... e quando gli dicono che Frodo è morto lui si gira e grida «io non ci credo, non ci crederò». Brividini. - Oltre a tutto questo, ho capito che amo un altro personaggio. Samvise Gamgee.
Io lo odiavo, l'ho sempre detestato... Mi stava antipatico tanto quanto Frodo mi stava simpatico.
Invece, rivedendolo ieri sera, ho capito che non lo sopporto perchè è come me.
Perchè lui tiene duro, ha speranza, non cede, è fedele... ma in fondo il merito di tutta la cosa se la prendono gli altri. Forse è per questo che non lo sopporto.
Anche se - devo ammetterlo - io mi sono sempre rivista di più in Faramir: un po' ignorato, sempre in secondo piano, solo perchè è saggio, tranquillo e riflessivo e non battagliero come suo fratello... Più adatto di lui a comandare ma mai messo in una posizione importante proprio perchè è troppo umile per dimostrare il suo valore (mmm... questa frase suona un po' vanesia, in effetti! ^^").
Dicevo, io mi sono sempre vista Faramir. Però ieri ho capito che non solo Sam mi piaceva, ma che il mio posto, in quella storia, poteva essere solo il suo.
Non sono pura e limpida come Frodo, non ho il suo coraggio o la sua incredibile forza d'animo, la sua abnegazione o il suo altruismo. Non sono una persona così speciale. Una persona che arriva a prendere sulle sue piccole spalle il peso della salvezza del mondo intero e che accetta che il prezzo da pagare per il suo altruismo è che "non si può più tornare indietro", che la sua vita non sarà mai più una vita normale.
Non ho questo coraggio e questa forza, magari li avessi.
Sono solo una persona semplice, che sogna di sposarsi e di vivere nella sua casetta senza pretese, ma che è pronta a stare a fianco di un suo amico fino alla fine, solo perchè lui non si senta solo.
Perchè questo film insegna anche questo: quando rimani solo, allora è finita.
Vedi Frodo nell'antro di Shelob, vedi Gollum che si estrania dal mondo con il suo anello, vedi Sauron che vuole il potere tutto e solo per sè. Nessuno di quelli che sopravvivono rimane solo: Aragorn e Arwen, Faramir ed Eowyn, Legolas e Gimli, Merry e Pipino, Sam e Frodo...
Io sono quella persona semplice, comune e senza grandi qualità che vuole solo stare al fianco delle persone che ama per aiutarle e sostenerle. Solo per questo. Non per salvare il mondo, non per essere ricordato nella storia: io combatto per stare accanto a chi amo.

Quindi se mi chiederete, da adesso in poi, chi è il mio personaggio preferito, continuerò a rispondervi Frodo. Ma se mi chiedete chi mi rappresenta, risponderò Sam.


(C) Tumblr

0

copyright © . all rights reserved. designed by Color and Code

grid layout coding by helpblogger.com